PIOGGIA DI GOL E CRISPIANO CHE TRIONFA…

Si è conclusa con il rocambolesco e tennistico risultato di 4-5 la partita di oggi tra San Pietro Vernotico e Ragazzi Sprint Crispiano. Una partita piena di gol e che si è decisa solo negli ultimi minuti con gli ospiti che sono riusciti a prevalere nel recupero del secondo tempo con la quinta e decisiva rete…

Primi minuti di gioco piuttosto lenti e noiosi, ma al minuto 20′ il Crispiano rompe gli indugi e si porta avanti con Marini che, dopo un preciso passaggio di D’Arcangelo, deposita in rete un rigore in movimento per l’1 a 0 ospite. Al minuto 33′ i padroni di casa rimangono in 10 per l’espulsione di Cataldi, il quale già ammonito, dopo aver appreso che stava per essere sostituito, ha gettato a terra la propria maglietta sfogando il suo disappunto sulla decisione presa dal suo allenatore. Primo tempo  che termina con la compagine crispianese avanti di una rete.

Nella ripresa però, complici anche alcune minacce di rissa da parte degli ospiti, i Ragazzi Sprint mollano e lasciano il sopravvento agli avversari che però alla fine del match usciranno comunque sconfitti dalla contesa. Al minuto 50′ il Crispiano raddoppia grazie ad una clamorosa autorete di Sardano che devia goffamente nella propria porta la palla. Padroni di casa che però accorciano le distanze e al 54′ minuto pareggiano con Silvestro abile a sfruttare un cross basso dalla destra. San Pietro che addirittura perviene al pareggio al minuto 61′ con Urso che segna un gol simile al primo, sempre su cross basso dalla destra. Al 67′ Marini riporta avanti i suoi con un tiro beffardo che si infila alle spalle del portiere ospite per il 2 a 3. Ospiti che pareggiano ancora, sempre con Urso che sfrutta una dormita della difesa crispianese e batte Solito per il nuovo pareggio. Al minuto 88′ il Crispiano usufruisce di un calcio di rigore per fallo di mani e che Marini segna facendo tripletta personale per il 3 a 4. San Pietro che clamorosamente pareggia ancora al minuto 89′ con De Paola, anche lui su rigore. Partita che sembra dover finire con un pareggio ma che Palumbo, in pieno recupero, fa sì che il Crispiano porti a casa l’intera posta in gioco, segnando il definitivo 4 a 5 dopo aver dribblato anche il portiere.

Partita rocambolesca e dove a prevalere è stato il caos totale e il “non calcio”, una brutta giornata che è meglio cancellare e ripartire da come il Crispiano aveva abituato i suoi sostenitori: facendo sport sano, divertendosi e allo stesso tempo crescendo. Una nota positiva della giornata è l’esordio in prima squadra di Antonio Carbotti ( classe 2001), prodotto del vivaio crispianese. Domenica partita casalinga contro il Brilla Campi dove si cercherà di raggiungere il poker di vittorie consecutive…

A cura dell’addetto stampa Giampiero Laera

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On Google PlusVisit Us On Youtube